Rimani sempre aggiornato

sulle news di Villa Nimis

06/03/2020 ALLARME CORONAVIRUS Informazione IMPORTANTE: al fine di tutelare la salute dei nostri ospiti in considerazione dell’età e delle patologie pregresse la Direzione ha adottato il provvedimento di sospendere l’acceso alla struttura a tutti i visitatori. Con l’augurio che tali misure abbiano breve durata e confidando nella collaborazione di tutti, si ringrazia sentitamente.

11/04/2020 Misure di controllo: nella politica di salvaguardia attuata dalla Residenza tutti gli ospiti ed il personale sono stati controllati con l’esecuzione del tampone: tutti sono risultati NEGATIVI

23/5/2020 Un’altra arma si è aggiunta nella lotta al contenimento del COVID-19. Da oggi in struttura disponiamo di una apparecchiatura di disinfezione massiva delle camere da batteri, virus e spore. Il vaporizzatore a nebbia fredda di H2O2, perossido di idrogeno, Hyspray satura e sanifica la camera e tutto il suo contenuto nel tempo di circa un’ora. Al termine del trattamento non rimangono residui chimici in quanto il prodotto si degrada in acqua e ossigeno. Prosegue il nostro impegno costante per garantire a tutti gli ospiti ed al personale un ambiente sicuro.

22/9/2021 La Residenza contando sulla presenza di spazi esterni ha riaperto ad alcune manifestazioni con l’accortezza della verifica del GREEN PASS per gli artisti e del distanziamento all’aperto. Continuano le visite in presenza da parte dei familiari.

 

Categorie

Seguici su Facebook

Dicono di noi

Residenza Villa Nimis: il valore primario della vicinanza e il senso di comunità degli anziani

“E’ partito dai nonni ospiti della Residenza Villa Nimis il messaggio di incoraggiamento ad affrontare e vincere con la solidarietà la sfida dell’emergenza sanitaria – introduce Carlo Dell’Arti, responsabile del centro. Proprio da loro, che tale sfida la stanno affrontando in prima linea, è nata l’idea di donare alla parrocchia di Nimis i quadri da loro creati in questi mesi. Il ricavato delle offerte è stato poi devoluto alle famiglie che, in questa pandemia, risultavano più in difficoltà”.

Continua …